Recensioni

Terapia di coppia per amanti di Diego de Silva0

Una scrittura brillante, un romanzo che fa venire voglia di innamorarsi, ridere, godere delle piccole cose: assolutamente piacevole.

SINOSSI: “Terapia di coppia per amanti è un romanzo a due voci, maschile e femminile, che si alternano a raccontare la loro storia mentre la vivono, perché «ci sono fasi dell’amore in cui la realtà diventa un punto di vista, generalmente quello di chi lo impone». Due adulti sposati (non tra loro) che si ritrovano uniti da una passione incontrollabile e da un amore coriaceo, particolarmente resistente alle intemperie. Viviana è sexy, vitale e intrigante, e ha un notevole talento per i discorsi intorcinati. È combattuta fra restare amante e alleviare così le infelicità matrimoniali o sfasciarsi la vita per investire in un’altra. Modesto è meno chic, decisamente più sboccato e sbrigativo nella formulazione dei concetti, ma abilissimo nell’autoassoluzione. Spara battute a sproposito per svicolare, e fa pure ridere. Moderatamente vigliacco, aspirerebbe alla prosecuzione a tempo indeterminato della doppia vita piuttosto che a un secondo matrimonio, visto che già il suo non è che gli piaccia granché. È nella crucialità del dilemma che Viviana trascina Modesto dall’analista, cercando una possibilità di salvezza per il loro rapporto ormai esasperato da conflitti e lacerazioni continue. Il dottore è spiazzato nel trovarsi di fronte una coppia non ufficiale, libera da vincoli matrimoniali e familiari, che non ha nulla da perdere al di là del proprio amore. Accetterà l’incarico per questa ragione, trovandosi nel mezzo di una schermaglia drammatica e ridicola insieme, e rischiando di perdere la lucidità professionale. Tenero e cinico, divagante, vero, capace di usare la leggerezza come arma contundente, Terapia di coppia per amanti è un’immersione nelle complicazioni dei sentimenti, nei conflitti che apriamo continuamente per la paura (che tutti conosciamo per averla provata almeno una volta) di affidarci all’amore e dargli mandato a cambiarci la vita.”

cop

Terapia di coppia per amanti: una storia senza particolari colpi di scena, senza alcun genere di sotterfugio, chiara, abbastanza semplice, eppure geniale. I due punti di vista, il maschile e femminile, sono rappresentati benissimo; chiunque sorriderebbe di fronte a situazioni quotidiane di coppia che avvengono tra uomo e donna. De Silva è un maestro nel carpire anche le più piccole sfumature dei sentimenti e delle emozioni umane e a riportarle con leggerezza e grazia, talvolta con intensità. La musica fa da compagnia all’intero romanzo, ma soprattutto un’ironia intelligente e brillante che non solo non guasta, ma fa da linfa vitale all’intera storia. I dialoghi padre-figlio sono una goduria e uno spasso, le botte e risposte con annessi pensieri sono divertenti e, ripeto ancora, intelligenti. Al tempo stesso l’amore trasuda da ogni pagina con una semplicità che in realtà tale non è, tipica dei grandi scrittori.

Sicuramente una storia sui generis: due amanti che vanno in terapia, sollevando tutte le domande lecite del caso. Perchè non lasciano i rispettivi consorti? Come possono condurre questa vita? Eppure Viviana e Modesto si amano e lo si capisce, un po’ si fa il tifo per loro e un po’ ci si arrabbia. A tratti esilarante, un romanzo che consiglio e che rileggerò con piacere.

Sono Marianna, scrivo cose, a caso?, per caso. Sono una (s)content creator, ho paura delle balene, ho sempre nostalgia di Parigi e mi diverto immaginando nomi da dare a un cane che ancora non ho. Ogni tanto soffro di logorrea, non ho tempo di scrivere ma mi narro storie nella testa. Vivo con personaggi che non esistono, ma non sono pazza, non troppo, giuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.