Vai al contenuto

Archivio:

Recensioni

Le sere di Gerard Reve

In cerca di nuovi titoli Iperborea? Stavolta è il turno di Le sere di Gerard Reve, famoso romanzo olandese che ci porta nel cuore delle serate del cinico protagonista Fritz.

Stoner di John Williams

Stoner è un libro che non rileggerò mai, che non appassiona, ma che fa così: stimola riflessioni a-posteriori. Stoner è arrivato ai lettori proprio perché dà voce al tedio di tante esistenze che iniziano e si concludono con lo stesso uguale andamento.

Tutto quello che non ricordo

Come fare per non perdere i propri ricordi? Come fare per lasciare di sé una memoria indelebile? Lottare contro il tempo è la lotta di ogni uomo che nasce per morire e non vuole dimenticare né essere dimenticato. Questo è il fulcro del romanzo Tutto quello che non ricordo di Jonas Hassen Khemiri.

Tutti i russi amano le betulle

Il romanzo di Olga Grjasnowa Tutti i russi amano le betulle è contraddittorio. Si fa amare e poi odiare e poi amare ma sempre senza intensità, sullo stesso ritmo placido.

Le Case del malcontento

Le Case del malcontento è un mondo provinciale nel quale si scivola attraverso un linguaggio che, nella sua autenticità, sembra appartenere a quel posto indissolubilmente. Spesso rude, potente, elaborato nella sua onestà provinciale, lo stile di Naspini aggancia e ferisce, sorprende e regala.

La ragazza dai sette nomi

La mia fuga dalla Corea del Nord Hyeonseo Lee è solo l’ultimo dei 7 nomi dell’autrice di questo libro dolorosamente autobiografico in cui racconta la sua fuga, durata circa dieci anni, dalla Corea del Nord. La protagonista vive i primi anni della sua vita in quello che crede essere “il paese di più grande e […]

L’ultimo amore di Baba Dunja

Alina Bronsky ci regala L’ultimo amore di Baba Dunja, edito dalla sempre più convincente Keller Editore: la storia di una donna che sceglie di continuare a vivere lì dove Chernobyl ha portato la devastazione.

La porta di Magda Szabò

Un romanzo la cui storia si apre spalancando, narrativamente e metaforicamente, la porta a un flusso di emozioni e riflessioni sull’animo umano.

Cat Person di Kristen Roupenian

“Il caso letterario dell’anno: l’attesissimo esordio dell’autrice di Cat Person, il racconto piú condiviso della storia”, è in realtà un grande imbroglio che il New York Times poteva risparmiarci.

La mia famiglia e altri animali di Gerald Durrell

Potreste non saperlo, ma buttarvi a capofitto in una descrizione elaborata, lunga svariate pagine, della battaglia tra una mantide e un geco potrebbe essere proprio quello di cui avete bisogno.