Vai al contenuto

Archivio:

Libri

Crepitio stelle, La sottrazione e la quarantena

I brevi commenti su La sottrazione e Crepitio di stelle, due libri in una quarantena un po’ dura che porta anche riflessioni diverse, o forse sempre sempre le stesse?

Le sere di Gerard Reve

In cerca di nuovi titoli Iperborea? Stavolta è il turno di Le sere di Gerard Reve, famoso romanzo olandese che ci porta nel cuore delle serate del cinico protagonista Fritz.

Stoner di John Williams

Stoner è un libro che non rileggerò mai, che non appassiona, ma che fa così: stimola riflessioni a-posteriori. Stoner è arrivato ai lettori proprio perché dà voce al tedio di tante esistenze che iniziano e si concludono con lo stesso uguale andamento.

Quel che si vede da qui

Una voce fuori dal coro perché, distaccandosi dalla pochezza della commerciabilità di molti prodotti editoriali odierni, si fa vendere pur conservando un’eleganza e un amore per la scrittura che insieme rendono questa storia una imperdibile finestra sul mondo.

Tutto quello che non ricordo

Come fare per non perdere i propri ricordi? Come fare per lasciare di sé una memoria indelebile? Lottare contro il tempo è la lotta di ogni uomo che nasce per morire e non vuole dimenticare né essere dimenticato. Questo è il fulcro del romanzo Tutto quello che non ricordo di Jonas Hassen Khemiri.

Tutti i russi amano le betulle

Il romanzo di Olga Grjasnowa Tutti i russi amano le betulle è contraddittorio. Si fa amare e poi odiare e poi amare ma sempre senza intensità, sullo stesso ritmo placido.

Eros in agonia

di Byung-chul Han Titolo emblematico per il breve saggio di Byung-chul Han, filosofo sudcoreano docente a Berlino, da cui esce fuori un ritratto sincero della nostra società, da lui chiamata della prestazione e narcisistica, in cui non c’è più spazio per l’alterità. Byung-chul Han ci pone davanti a uno specchio in cui è difficile non […]

Le Case del malcontento

Le Case del malcontento è un mondo provinciale nel quale si scivola attraverso un linguaggio che, nella sua autenticità, sembra appartenere a quel posto indissolubilmente. Spesso rude, potente, elaborato nella sua onestà provinciale, lo stile di Naspini aggancia e ferisce, sorprende e regala.

La ragazza dai sette nomi

La mia fuga dalla Corea del Nord Hyeonseo Lee è solo l’ultimo dei 7 nomi dell’autrice di questo libro dolorosamente autobiografico in cui racconta la sua fuga, durata circa dieci anni, dalla Corea del Nord. La protagonista vive i primi anni della sua vita in quello che crede essere “il paese di più grande e […]

L’ultimo amore di Baba Dunja

Alina Bronsky ci regala L’ultimo amore di Baba Dunja, edito dalla sempre più convincente Keller Editore: la storia di una donna che sceglie di continuare a vivere lì dove Chernobyl ha portato la devastazione.