Saggi

Follia? Vita di Vincent Van Gogh di Giordano Bruno Guerri

Chi, faccia  a faccia con “Notte stellata” di Van Gogh, non si è chiesto cosa passasse per la testa dell’artista che l’ha dipinto? Certo, notizie qua e là le conosciamo tutte su Van Gogh, ma questa biografia vi trascinerà letteralmente nella vita del pittore olandese.

Non è mai facile, nelle biografie, comprendere se si sta descrivendo bene o male la vita di qualcun’altro.  Senza dubbio è un impegno gravoso, pieno di responsabilità.

Non si apprezzano, quindi, i commenti personali dell’autore. Avrebbe dovuto contenere la sua devozione immensa verso l’artista e i suoi personali giudizi su molte cose, ma a bilanciare ci sono molti elementi storici, com’è naturale che sia, che ci permettono di concentrare l’attenzione su di essi e non sulla personalità dello scrittore.

Fortuna per noi è, infatti, avere ancora le epistole di Van Gogh al fratello Theo, e questo ci permette, attraverso la lettura diretta, di entrare nel mondo dell’artista. Conoscere la genialità di Van Gogh è toccante: soprattutto perchè accompagnata da una profonda solitudine e angherie di ogni sorta. Il confine tra normalità e follia non esiste, e dal punto di vista dell’artista comprendiamo, col senno di poi, quanto dura sia stata la sua esistenza.

Se cercate qualcosa di breve, piacevole, chiaro e comunque appassionante trovo che questa lettura sia interessante e anche particolare. Consigliato.

Sono Marianna, scrivo cose, a caso?, per caso. Sono una (s)content creator, ho paura delle balene, ho sempre nostalgia di Parigi e mi diverto immaginando nomi da dare a un cane che ancora non ho. Ogni tanto soffro di logorrea, non ho tempo di scrivere ma mi narro storie nella testa. Vivo con personaggi che non esistono, ma non sono pazza, non troppo, giuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.